Recupero fiscale del 50%, 65%, 75% e 85%

Con la legge di stabilità 2018  sono state prorogate fino al 31 dicembre 2018 sia la detrazione fiscale del 50% per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici con massimi sino all’85%, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. E’ prorogato fino al 31 dicembre 2019 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10 mila euro per l’acquisto di mobili.

DETRAZIONE 50%

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2019, la detrazione Irpef sale al 50%, sino ad un massimo di 96 mila euro, recuperabile in 10 anni.

Una detrazione del 50% spetta anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2019, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, per interventi di sostituzione di porte ed infissi, strumenti atti alla sicurezza e ad evitare effrazioni, quali grate di sicurezza, vetri stratificati, barriere, cassaforti etc….cappotto,  rivestimenti e pitture a risparmio energetico, adozione di misure antisismiche su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità, ristrutturazioni per strutture ricettive, agriturismi e produttive, tende da sole, nuove caldaie a condensazione, climatizzatori e/o impianti di condizionamento, pannelli solari per la produzione di acqua calda ed energia elettrica, impianto di riscaldamento a pavimento, pavimenti e coperture che aumentino il risparmio energetico, rimozione di amianto, opere atte a prevenire gli incidenti domestici oltre che le tutte le connesse spese professionali sostenute, con un tetto di 10 mila euro, recuperabile in 10 anni.

DETRAZIONE 65%

La detrazione è, invece, pari al 65% delle spese effettuate, dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2019, per interventi di sistemi di termoregolazione evoluti, sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con nuovi impianti ibridi aventi anche pompa di calore, riqualificazione energetica sulle parti condominiali.

DETRAZIONI 70% , 75% e 85%

La detrazione fino al 70% invece è valida per le spese sostenute per l’involucro del condominio, mentre invece sale al 75%, per le spese nelle parti comuni o se l’intervento è di tipo energetico e sino all’ 85% se l’intervento passa a due classi inferiori. Tali detrazioni resteranno in vigore fino al 2021.

IVA AGEVOLATA

Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.